_

 

MISURA 311 PSR 2007-2013


Pienocampo Associazione professionale di agronomi
Servizi tecnici per l'agricoltura ed il territorio
- © 2010 -

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-Noncommercial-No Derivative Works 3.0 Unported License.

Inserisci un indirizzo email valido
barra le caselle interessate e poi fai click su Calcola il punteggio in fondo alla pagina
Punteggio totale: 0
CATEGORIA ARGOMENTO PUNTI MAX CONDIZIONE SCELTA PUNT.PARZIALE
QUALITÀ DEGLI INVESTIMENTI




I.a.1/I.a.2 ambiente
Incidenza percentuale, sul totale degli investimenti ammissibili, degli investimenti finalizzati al miglioramento ambientale mediante la produzione di energia da fonti rinnovabili (intervento 4.a.3 della scheda di misura del PSR) e/o mediante il risparmio energetico e idrico (intervento 4.b.1 primo trattino della scheda di misura del PSR):
> 30% e minore-uguale a 50%
2 8
I punteggi di cui alle lettere a.1) e a.2) non sono tra loro cumulabili.
I punteggi di cui alle lettere a.1), b) e c) sono tra loro cumulabili.

I punteggi di cui alle lettere a.2), b), c) sono tra loro cumulabili.
I punteggi di cui alle lettere da d.) a g) sono tra loro cumulabili nel limite massimo di punti 7 e sono cumulabili con i
punteggi di cui alle lettere b), d) e a.1) o a.2).
I requisiti di cui alle lettere precedenti devono essere posseduti alla data di ricezione della domanda di aiuto nel sistema
ARTEA, alla data di ricezione (da parte dell'Ufficio istruttore) della documentazione nella fase di completamento e alla
data di ricezione della domanda di pagamento del saldo.

0
> del 50% 8


I.b abbattimento barriere architettoniche
Incidenza percentuale uguale o maggiore al 30%, sul totale degli investimenti ammissibili, degli investimenti finalizzati all'abbattimento delle barriere architettoniche (compresi gli interventi 4.a.1 secondo trattino e 4.b.3 terzo trattino della scheda di misura del PSR)
4,5
4,5


I.c acquisizione di certificazioni di qualità per il servizio di ricettività
Progetto volto all'acquisizione di almeno una delle seguenti certificazioni di qualità
(nell'ambito dell'intervento 4.b.1 secondo trattino della scheda di misura del PSR):
- adesione al regolamento comunitario vigente EMAS (Environmental Management Auditing Scheme) per il miglioramento delle prestazioni ambientali dell'impresa;
- ottenimento della certificazione dei sistemi di gestione ambientale ISO 14001 (International Organization for Standardization);
- ottenimento del marchio comunitario di qualità ecologica al servizio di ricettività turistica Ecolabel, secondo la Decisione della Commissione europea 2003/287/CE del 14/04/03 e successive modifiche;

2,5
2,5


I.d attività sociali ed educativo-didattiche
Incidenza percentuale, sul totale degli investimenti ammissibili, degli investimenti finalizzati allo sviluppo di attività e prestazioni socio-assistenziali che vanno ad arricchire la rete locale dei servizi e delle opportunità sociali, nonchè degli investimenti finalizzati allo sviluppo di attività educative e didattiche (intervento 4.a.1 della scheda di misura del PSR):
d.1) > 60%, in zona D
6
6


d.2) > 60%, in zona C2:
2



I.e qualificazione strutture agrituristiche
Incidenza percentuale, sul totale degli investimenti ammissibili, degli investimenti finalizzati alla qualificazione dell'offerta agrituristica e/o alla preparazione e somministrazione dei prodotti aziendali agli ospiti delle aziende che svolgono attività agrituristica (intervento 4.b.1 - escluso acquisizione di certificazioni- della scheda di misura del PSR):
e.1) maggiore-uguale a 30% (escluso acquisizione di certificazioni) in zona D
6
6


e.2) maggiore-uguale a 30% (escluso acquisizione di certificazioni) in zona C2:
2



I.f  qualificazione strutture agrituristiche
Incidenza percentuale, sul totale degli investimenti ammissibili, degli investimenti finalizzati a consentire l'ospitalità agrituristica negli spazi aperti aziendali (azione 4.b.2 della scheda di misura del PSR ):
f.1) maggiore-uguale a 30%, in zona D:

6
6

0
f.2) maggiore-uguale a 30% in zona C2:
2



I.g          qualificazione strutture agrituristiche
Incidenza percentuale uguale o maggiore al 60%, sul totale degli investimenti ammissibili, degli investimenti finalizzati a consentire l'ospitalità agrituristica (intervento 4.b.3 della scheda di misura del PSR) realizzati su fabbricati aziendali situati in UTE ricadenti prevalentemente (superficie > del 50%) in zona D:

5
5


TERRITORIO
a)UTE ricadente prevalentemente (superficie > del 50%) in zona D:
4
4
Criterio valido per la prima parte della graduatoria, relativa alle zone C2 e D.


0
b) UTE ricadente prevalentemente (superficie > del 50%) in zona C1, oppure UTE ricadente prevalentemente in zona B per investimenti sostenuti da imprese strutturalmente deboli: 3

Criterio valido per la seconda parte della graduatoria, relativa alle zone C1 e B.
Per "aziende strutturalmente ed economicamente deboli che necessitano di diversificazione" si intendono le aziende che hanno una dimensione economica aziendale inferiore o pari a 15 UDE.


TIPOLOGIA DEL BENEFICIARIO
a)il soggetto richiedete ha un'età inferiore ai 40 anni

3

6
-Per l'attribuzione di questa priorità si adottano i seguenti criteri:
- imprese individuali: il soggetto richiedente non ha ancora compiuto 40 anni di et à;
società semplici: almeno la metà dei soci non ha ancora compiuto 40 anni di età;
-società in nome collettivo o in accomandita semplice: almeno la metà dell'intero capitale è detenuto da soci (persone fisiche) che non hanno ancora compiuto 40 anni di età e almeno la metà dei soci amministratori non hanno ancora compiuto 40 anni di età;
- cooperative: almeno la met dei soci (persone fisiche) e del Consiglio di Amministrazione (CdA) non ha ancora compiuto 40 anni di età;
-società di capitali: almeno la metà dell'intero capitale è detenuto da soci (persone fisiche) che non hanno ancora compiuto 40 anni e almeno la metà del CdA è composto da amministratori che non hanno ancora compiuto 40 anni di età.


0
b) il richiedente è un'impresa che si è costituita nei 36 mesi precedenti la ricezione della domanda 2
Il requisito deve essere posseduto alla data di ricezione della domanda di aiuto.
Verifica: d'ufficio

c) la domanda è riferita ad una UTE che ha un numero di occupati di genere femminile almeno pari al 50% del totale degli occupati: 1
Per occupati si intendono: IAP, coltivatori diretti, dipendenti a tempo indeterminato, coadiuvanti, soci lavoratori, tutti regolarmente iscritti all'INPS. Sono esclusi i dipendenti a tempo determinato e i soci non lavoratori.


d)Il soggetto richiedente è di genere femminile: 2
Per l'attribuzione di questa priorità si adottano i seguenti criteri:
- imprese individuali: il richiedente è di genere femminile;
-società semplici: almeno la metà dei soci è di genere femminile;
- società in nome collettivo o in accomandita semplice: almeno la metà dell'intero capitale è detenuto da soci (persone fisiche) di genere femminile e almeno la metà dei soci amministratori è di genere femminile;
- cooperative: almeno la metà dei soci (persone fisiche) e del Consiglio di Amministrazione (CdA) è di genere femminile;
- società di capitali: almeno la metà dell'intero capitale è detenuto da soci (persone fisiche) di genere femminile e almeno la metà del CdA è composto da amministratori è di genere femminile.

I punteggi di cui alle lettere a), b), c) e d) sono cumulabili nel limite massimo di punti 6



ASSENZA FINANZIAMENTI PREGRESSI Il soggetto richiedente nei 5 anni precedenti la data di ricezione della domanda non è stato beneficiario della misura 9.5 del PSR 2000/06 o della misura 311 del PSR 2007/13 6
6
Per beneficiario si intende il soggetto che è destinatario di atti di assegnazione in corso di validità o è stato inserito in elenchi di liquidazione approvati.
0
CERTIFICAZIONI

a) Il soggetto richiedente è in possesso di una o più delle seguenti tipologie di certificazioni, riferite all'UTE oggetto della domanda di aiuto:
- SA8000;
- bilancio sociale:


2
2
.

Per tipologia di certificazione si intende ogni punto dell'elenco.
I punteggi di cui alle lettere a) e b) sono cumulabili nel limite massimo di punti 2.

0
b) Il soggetto richiedente è in possesso di una o più delle seguenti tipologie di certificazioni, riferite all'UTE oggetto della domanda di aiuto:
   - Eurepgap, (buone pratiche agricole e agricoltura integrata);
  - IFS (qualità igienica e salubrità del prodotto trasformato se di origine agricola vegetale o animale);
  - BRC (qualità igienica e salubrità del prodotto trasformato se di origine agricola vegetale o animale);
 - UNI ISO EN 22000 (rispetto requisiti igienico-sanitari);
 - UNI EN ISO 22005, 2008 (oppure le sostituite UNI 10939,2001 e UNI 11020,2002 rintracciabilità dell'alimento e della filiera   alimentare);
 - ISO 14000, Norme ISO 14040 (LCA) (certificazione gestione ambientale di prodotto come valutazione dell'impatto del ciclo di vita del prodotto);
-Certificazione MPS GAP (certificazione per i prodotti ortofloricoli);
-  Ecolabel
- EMAS ai sensi del Reg. (CE) n.761/2001.

n.1 tipologia:
1

n.2 tipologie
1,5


n.3 o più tipologie 2

- - - 24 May 2018
Punteggio totale 0