Breadcrumbs



P.S.R. Regione Toscana
Cartografia e GIS
Sicurezza
Progettazione impianti irrigui
Pratiche catastali
V.T.A. Analisi di stabilità delle alberature
Progettazione aree verdi
Misurazioni acustiche

Dove siamo




______________________ Partita IVA 01880530504



Agriturismo, attenzione alla legionella

Che cosa è la legionella

La legionella è un batterio che deve il suo nome all'epidemia acuta che  colpì un gruppo di veterani nel 76 riuniti in un albergo di Filadelfia, causando 34 morti su 221 contagiati. 

E' presente in ambienti acquatici naturali e artificiali in sorgenti  comprese quelle termali, nei fiumi, laghi, vapori,  terreni. Da gli ambienti naturali poi arrivano attraverso condotte agli ambienti idrici degli edifici, in serbatoi, piscine etc.

Le condizioni favorevoli alla proliferazione della legionella sono:

  • stagnazione
  • incrostazioni e sedimenti
  • biofilm
  • copresenza di amebe

Questi  batteri, inoltre, riescono a sopravvivere con una temperatura dell'acqua compresa tra i 5,7 e i 55 °C, avendo  il massimo sviluppo con una temperatura dell’acqua compresa tra i 25 e i 42 °C.Vivono in ambienti acidi e alcalini, in un range di pH compreso tra 5,5 e 8,1.

Cosa deve fare l'agriturismo

Per ogni azienda in cui l'analisi dei rischi evidenzi l'esistenza della possibilità di contaminazioni biologiche causate dalla leggionella ci si dovrà dotare di un manuale di autocontrollo nel quale siano indicate le criticità presenti a livello aziendale e le misure da effettuare comprensive delle cadenze temporali con le quali ottemperare a dette misure. Le maggiori criticità cui è sottoposto un agriturismo risiedono nella stagionalità di funzionamenti degli impianti idrici, lunghi periodi di non funzionamento di scaldabagni, docce, e condutture varie rischiano di creare le condizioni favorevoli all'instaurarsi delle colonie di legionella.

Possibili misure di mitigazione del rischio

Misura Quando Ogni quanto
Disincrostazione degli scaldabagni Prima dell'avvio della stagione annualmente
Far correre nelle tubature acqua ad alta temperatura (70°-80°) per un tempo di 30 minuti Durante la stagione turistica. settimanalmente
Pulizia e disinfezione dei condensatori quando necessario quando necessario
Pulizia e disinfezione delle torri di raffreddamento e degli impianti di condizionamento Prima dell'estate annualmente


 Il manuale di autocontrollo

Il manuale aziendale di autocontrollo previsto dalle Linee guida dovrà:
1) Iidentificare il responsabile della prevenzione;
2) Riportare la citazione della normativa nazionale, regionale e locale di riferimento.
3) Descrivere tutti gli impianti idrici, di condizionamento d'aria che presentano il rischio di insediamento di colonie di legionella;
4) individuare tutti i punti di rischio presenti negli impianti specificandone la tipologia;
5)  Definire il quadro  degli interventi da operare nei punti di rischio per prevenire l'insediamento della legionella
6) Definire modalità e tempistica delle analisi di controllo;
7) Prevedere la formazione del personale addetto;
8) Prevedere il periodico monitoraggio dell'attività di prevenzione e l' aggiornamento del manuale;
9) Raccogliere le schede di autocertificazione di tutti gli interventi di prevenzione, analisi, incontro formativo per il personale, aggiornamento del manuale


Allegati:

Documento di linee-guida per la prevenzione e il controllo della legionellosi

Brochure "leggionellosi si può evitare"